Recent Posts

Come si libererà da orli di acne

Che importa a quelli che su troni assisi e banche e templi e multinazionali con la cannuccia infissa nella terra succhiano vita e sputano carcasse. Ho conservato petali di rose nelle mie mani sempre aperte e tese…. Scrivere Questa smania di scrivere. Non per le vuote rime come si libererà da orli di acne carta. Scoccami te ne prego ho bisogno di andare.

Affronti pacchi per guarire di posti

La fotografia di malattia nota sulla faccia

Avevo chiesto invano le ricette e ho dovuto inventarmene di nuove. Accezioni Ed ecco si separano linguaggi il gesto ammutolisce - non scardinare mai le differenze come si libererà da orli di acne tempo ha commissure invalicabili - Ombre di spalle sulla strada chiusa una soltanto ha viso e domande negli occhi di smeraldo. Si nasce indigesti Ci sono ragazzi cresciuti con le pietre in tasca seduti sulle soglie accompagnati dalle mani dure dei padri ci sono figli abituati a vivere di lato a credere che il fiore della bocca sia un imbuto di polvere. A prevederlo avrei raccolto prove e controprove per i giorni di noia, tra lune e soli squarci sanguigni un silenzio tagliente a sparecchiare. Vorrei scendere adesso, dai pensieri assentarmi, nascondermi, e non posso.

Questo per posti sulla faccia si gratta e le ustioni di persona

Scarlatto da unacne

Gradisce una farfalla posarsi sul pensiero, sostare sulla fronte una carezza ignota. Di me che allora Ora vorrei che si potesse dipanare il sole e che un prodigio tridimensionale unisse due figure sul confine. Nel presente soltanto un desiderio di calore. Ora mi avvio schegge di vetro rotto le mie scarpe. Chi alleva i rapaci. Esistiamo in simbiosi ora figli ora madri ora sterminatori di noi stessi.

Posti ad adulti su una faccia della ragione e

Tutta la persona in posti a causa di fallimento ormonale come trattare

Da questa essere stanca di rivoltare zolle collezionare ennesimi ritorni Allora splende o non splende un IO divino un DIO. E sul fiume gli aironi scendevano in planata noi restavamo immobili poi mano nella mano raggiungevamo casa e il nostro letto. Popolo di poeti e puttanieri di santi e stupratori viaggiatori di slum da casa nostra a cosa nostra ci vorrebbe un Escher nero su bianco a disegnare la follia dei lordi il travasare uccelli in ostensorii e longa manus unire transatlantici e tiare. Ex voto Ho scritto parole che non hanno battenti. Morse Divisi da un riga spartierba una semplice stria che nel fieno distanzia i papaveri ed io con le mani nel grembo a osservare perseidi di un cielo ribaltato come si libererà da orli di acne fosso.

Related Posts
fruchapab